top of page

Chi siamo

Siamo delle insegnanti di ginnastica finalizzata alla salute e al fitness che amano condividere la loro passione per lo yoga che è ascolto, respiro, vita

Gyan Mudra

La nostra storia

Siamo unite dalla volontà di passare l'insegnamento yogico per eccellenza ossia che tutto è UNO. Yoga infatti significa UNIONE, unione del nostro interno con il nostro esterno, unione del corpo e del respiro, unione della mente e del corpo, unione della nostra luce e della nostra ombra unione con gli altri e con il mondo.

Siamo qui per aiutarti a cambiare il tuo stile di vita

8.png

Emanuela Caboni

Sonoe Emanuela, pratico yoga dal 2010, mi sono formata come insegnante di Kundalini Yoga, Vinyasa Yoga, Yin Yoga, Restorative Yoga, facilitatrice Mindfulness, presidente dell'associazione, master registri akashici, Reiki.

 

Sono laureata in Neuropsicobiologia e Biologa NUtrizionista.

Ritengo che la felicità vada ricercata nel prenderci il nostro spazio di calma e riscoprire noi stessi.

18213144124108661.webp

Patrizia Manca

Mi chiamo Patrizia, pratico yoga dall’età di 25 anni, negli anni approfondisco la conoscenza della pratica partecipando a diversi Workshop e Retreat diventando insegnante certificata yoga Alliance. Credo che una delle caratteristiche principali dello yoga sia che tutti possono avvicinarsi alla pratica dello yoga e trarne beneficio, come insegna il maestro T.K.V. Desikachar “Chiunque può respirare. Dunque chiunque può praticare yoga“

WhatsApp Image 2023-09-07 at 11.33_edited.jpg

Patrizia Piras

Mi Chiamo Patrizia e sono un insegnate di hata yoga .
Nel 2009,  all’età di 35  anni  è nata l’esigenza di cambiare qualcosa nel modo in cui vivevo e gestivo   la mia vita , ho rimesso in discussione molte delle mie certezze e nei due anni successivi mi sono avvicinata ad una maestra di yoga e meditazione che mi ha fatto conoscere  un mondo da cui fin da piccola sono sempre stata molto attratta , ma che fino a quel momento non avevo avuto occasione di toccare con mano.
La Pratica scoperta dello yoga mi ha permesso di ricostruire il canale che mi ha rimesso in comunicazione  con la parte più intima di me. Quel canale è stato interrotto per tanto tempo, sia per i condizionamenti che arrivano dall’esterno ma  soprattutto per quelli che noi stessi ci autoimponiamo, mettendo in atto un processo di autosabotaggio continuo che ci offusca la mente allontanandoci dal raggiungimento dei nostri obiettivi e di quello che è meglio per noi e dalla nostra vera essenza.
Definisco lo yoga un miracolo , è entrato a far parte della mia vita proprio nel momento in cui ne avevo bisogno e nel tempo continua a darmi  quegli strumenti che uso  nei momenti di difficoltà e che mi permettono di ritrovarmi nel mondo mettendomi in relazione con il mio prossimo.
Dal 2013 fino ad oggi  la mia è una formazione permanente e continua. Ho incontrato molti maetri e maestre approciandomi anche all’aikido (Un'arte che riunisce la tradizione e la sintesi di 3000 anni di budo (storia, studio delle arti marziali) con una finalità d’armonia universale). Il mio yoga non è dunque privo di contaminazioni e nel mio percorso in base alle mie esperienze ho  orientato la disciplina alla ricerca dell’equilibrio partendo dall’osservazione del corpo e dalla postura . L’attenzione e l’osservazione  ci serve per entrare in “sintonia” con il nostro corpo, percepirlo per poter interpretare i segnali di benessere e malessere somatico e far affiorare a livello cosciente alcuni meccanismi normalmente inconsci.
Solamente dopo aver preso coscienza dei suoi squilibri possiamo partecipare attivamente alla loro correzione e rieducazione  e al recupero della forma ideale,  trovando una nuova armonia corporea e mentale. Il respiro che è vita è il protagonista principale della mia pratica.

DSC_2895bw2_003.JPG

Maurizio Carta

bottom of page